Una settimana, un mese, un anno: chi può dirlo quanto tempo realmente sia necessario condividere con un Artista per capire la “sua arte”, per comprendere il suo sentimento artistico trasformato in un opera. L’ ambiente esterno, le condizioni socio/politico/economiche, il contesto culturale rappresentano il nucleo di una creazione e lo “accompagnano” dalla fase embrionale fino al suo compimento: documentarlo il compito dell’ antropologia dell’ Arte. Sovente, negli ultimi anni, l’ occhio indagatore del “Grande Fratello” é entrato nella quotidianità di un Artista con lo scopo di “raccontarla” (attraverso immagini e filmati) ad un pubblico sempre più “morbosamente” curioso per far comprendere cosa accade, dentro e fuori, l’ animo di chi si accinge ad esprimere i suoi sentimenti e il suo vissuto “decodificandoli” con il linguaggio universale dell’ arte. Secondo Picasso “l’ artista è un ricettacolo di emozioni che vengono da ogni luogo: dal cielo, dalla terra, da un pezzo di carta, da una forma di passaggio, da una tela di ragno (…)” provare a vedere il mondo dell’ artista con suoi occhi. 

Gli artisti avranno l’ opportunità di soggiornare all’ interno di Bauhaus Home Gallery (spazio polifunzionale Rome Art Week e Open Gallery Biennale MArte Live): durante il periodo di residenza gli artisti realizzeranno una o più opere, potranno intervenire su muri, complementi di arredo a loro piacimento… seguendo la loro ispirazione dando libertà al proprio estro creativo.
L’artista provvederà a redigere, durante tutto il periodo (dalla fase iniziale a quella conclusiva), un diario d’artista, l’ intero percorso sarà documentato con foto, video con lo scopo di raccontare la genesi del progetto artistico.
Al termine delle residenze saranno aperte le porte al pubblico con una mostra collettiva.
Submit
Thank you!
Back to Top